Conferenza Stampa di presentazione del Sistema di Accreditamento delle scuole di Moda

COMUNICATO STAMPA

SISTEMA DI ACCREDITAMENTO DELLE SCUOLE DI MODA

 

Conferenza Stampa il 14 Novembre 2013, ore 12.30

Palazzo Marino, Sala Stampa

Milano

 

Cristina Tajani,    Assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca,  Moda del Comune di Milano

Alberto Bonisoli,  Presidente Piattaforma Sistema Formativo Moda

La Piattaforma Sistema Formativo Moda (PSFM), nata a Milano il 18 febbraio 2008, riunisce Scuole, Istituti di Alta Formazione e Accademie italiane che forniscono in tutto o in parte percorsi formativi relativi al settore della moda.

Poichè i membri che compongono l’associazione hanno da sempre uno stretto legame con il patrimonio culturale, storico e industriale italiano costituendo un segmento fondamentale nello sviluppo di innovazione, nella creazione di nuovi talenti e degli strumenti per allineare offerta formativa e esigenze di mercato, l’obiettivo primario della PSFM consiste nell’affermazione dell’identità del sistema formativo moda italiano e nella promozione delle eccellenze.

Dall’esigenza di approfondire il tema della qualità delle Scuole di moda, è nata la necessità di elaborare un sistema di riconoscimento dell’eccellenza formativa che tenga conto delle specificità di questo settore.

 Cosa significa essere una Scuola di qualità?

Come è possibile riconoscerla e valutarne il profilo?

In risposta a queste domande, la Piattaforma Sistema Formativo Moda ha elaborato il SISTEMA DI ACCREDITAMENTO delle Scuole di Moda.

Il Sistema si configura come metodo finalizzato alla certificazione della qualità dei singoli istituti sia nel loro complesso, monitorando le strategie complessive di ciascun ente relative al suo sviluppo futuro, sia in segmenti specifici, esaminando la loro l’offerta formativa, la relazione con il mercato del lavoro e i metodi di insegnamento.

Piattaforma Sistema Formativo Moda

Roberto Portinari (Segretario Generale) – roberto.portinari@piattaformamoda.it 

Lascia un commento